Jf Real Estate

Elenco news

Home > Elenco news
  • Ville d'Epoca che affascinano sul Lago di Como

    Quali sono le Ville da sogno, da visitare sul lago di Como?

    05/10/2016 Autore: Jf Real Estate

     

     

     

     

     

    Villa Olmo, risulta la più celebre e sontuosa tra le dimore neoclassiche di fine '700. L’edificio fu fatto costruire per la famiglia Odescalchi. Passò poi ai Raimondi quindi ai Visconti di Modrone.Tra i suoi ospiti vanta Napoleone e Garibaldi. L’interno è ricco di stucchi, affreschi, decorazioni, statue ed è visitabile. Dagli inizi del novecento è proprietà del comune di Como, che la utilizza per convegni e grandi mostre d'arte.

     

     

    Villa Erba, a Cernobbio, è un'altra delle più importanti ville del Lago di Como. Costruita per volontà della famiglia Peluso alla fine dell'800, in seguito venne poi acquisita da Luigi Erba, fratello ed erede di Carlo Erba, dopo essere stata dimora anche di Luchino Visconti, Villa Erba è stata acquistata da un consorzio pubblico che vi ha realizzato un complesso espositivo congressuale. La villa è visitabile solo in alcuni momenti dell’anno e solo in concomitanta di eventi aperti al pubblico.

     

     

    Villa d’Este, in origine Villa del Garovo, è una residenza patrizia rinascimentale situata a Cernobbio. Fu pensata come luogo di delizie in riva al lago. Alla fine dell’Ottocento, Villa d’Este fu trasformata in un albergo dove confluiva la nobiltà e l’alta borghesia europea fino a diventare sempre più un albergo di lusso, quale è oggi.

    La villa non è visitabile se non siete ospiti dell’albergo o delle strutture ad essa legate: Spa, bar, ristorante, campo da golf, ect.

    Nominata nel 2008 dalla rivista statunitense Travel + Leisure, quindicesimo miglior hotel in Europa e il sesantanovesimo miglior hotel nel mondo; Nel 2009, la rivista Forbes l’ha nominata il miglior hotel del mondo.

                                                                                    

    Villa Carlotta, situata a Tremezzo, costruita alla fine del 1600 per volontà del marchese Giorgio Clerici.  Agli inizi dell’Ottocento con Gian Battista Sommariva, la villa toccò il sommo dello splendore, arricchendosi di opere d’arte, divenendo così meta irrinunciabile per una visita sul lago di Como. Sempre Sommariva volle che parte del giardino fosse trasformato in uno straordinario parco romantico con un vasto giardino botanico. 

     

     

    Villa del Balbianello, a Lenno, costruita nel 1700 per volere del Cardinale Durini e oggi proprietà del FAI.  Grazie alla loggia panoramica, si affaccia su Bellagio e sull’Isola Comacina, mentre al piano più alto della dimora si trova un museo.

    Ogni sala della Villa conserva preziose collezioni di dipinti su vetro e di vedute lariane. La villa è stata set di molti film.

     

    Villa Melzi d’Eril, ubicata sulle rive del lago, a Bellagio, costruita per il duca Francesco Melzi d’Eril ed è tutt’ora privata. I lavori vennero eseguiti nel primi dell'800 grazie all’architetto Giocondo Albertolli. Al loro interno la villa, la cappella e la serra degli aranci, oggi allestita a museo storico, sono una splendida espressione di stile neoclassico, e come tali dichiarati monumento nazionale. Completamente visitabile il meraviglioso giardino abbellito con essenze tropicali ed esotiche e sculture. I giardini furono progettati dell’architetto Luigi Canonica e dal botanico Luigi Villoresi, entrambi responsabili della sistemazione del parco della villa Reale di Monza. 

     

     

    (Rivisionato da Jf Real Estate, fonti prese da diversi siti internet)

     

     

     

    Indietro